Gynkgo Malabar Green

180 cm - ila tree

Centocinquanta milioni di anni fa, nelle terre oggi chiamate Asia, Europa e America del Nord, si estendevano immense foreste di Gynkgo abitate da dinosauri e da altri animali preistorici, poi tutto quel mondo scomparve. C’è da immaginarsi l’emozione quando, nel 1754, una spedizione botanica trovò che in Cina alcune piante di Gynkgo Biloba erano sopravvissute a tutte le ere geologiche. In Italia fu l’orto botanico di Padova ad assicurarsi il primo Gynkgo Biloba che è tutt’ora vivente e gode di ottima salute.

Il Gynkgo Biloba è botanicamente una conifera ma con l’aspetto di un grande, bello e maestoso albero a foglia caduca.

Nel 1945, nei giardini di Hiroshima bruciata dall’atomica c’erano alberi di Gynkgo Biloba e nella primavera successiva questi alberi furono i primi e gli unici ad emettere foglie. Per questo fatto in Oriente e negli Stati Uniti il Gynkgo Biloba è divenuto l’albero simbolo di rinascita, come da noi, da millenni, è considerato l’Olivo.

Dettaglio Foglie

Dettaglio Foglie

Dettaglio Tronco

Dettaglio Tronco

Dettaglio Chioma

Dettaglio Chioma